Naslovnica     Novosti     O nama     Sadržaj     English  
IZBORNIK    GLAVNE TEME METODIOS    Kratka povijest Hrvatske    Talijanski
Kratka povijest Hrvatske

  Sažet enciklopedijski članak od 14 rečenica o glavnim događajima u političkoj povijesti Hrvatske tijekom 14 stoljeća, na 7 jezika
      deu: njemački
      eng: engleski
      fra: francuski
      hrv: hrvatski
      ita: talijanski
      por: portugalski
      spa: španjolski
  Uvjeti korištenja
  Kvalifikacije



Breve storia della Croazia

Il popolo croato sottomise le province romane Dalmazia, Pannonia e Illiricum nell'anno 626, fondando due principati indipendenti che furono uniti nel Regno croato dal suo primo re Tomislav, incoronato nel 925. Oltre al Regno franco, la Croazia adriatica fu il primo stato permanente e organizzato dell'Europa centrale. Dopo l'estinzione della dinastia nazionale Trpimirović, il Parlamento (Sabor) sceglieva come re della Croazia i sovrani di altri stati, creando così prima un'unione personale tra la Croazia e l’Ungheria (1102 – 1300 e 1307 – 1526), e successivamente tra la Croazia e l’Austria (1527 – 1918). Come baluardo dell’Europa cristiana tra il XV e il XVIII secolo, il Regno croato ebbe un ruolo cruciale nel fermare l’ulteriore penetrazione dell’Impero ottomano verso l’Occidente, mentre, dall'altra parte, la Repubblica di Venezia occupò la maggior parte della costa croata. Il Regno croato conservò la propria sovranità statale mediante una posizione speciale all'interno della Monarchia asburgica fino al sua crollo nel 1918.

Dopo aver interrotto i legami costituzionali con l’Austria e l’Ungheria nel 1918, la Croazia venne inserita, senza il consenso del Parlamento, nel Regno dei Serbi, Croati e Sloveni di nuova costituzione (dopo Regno di Jugoslavia). Con ciò, per la prima volta nella storia, la Croazia venne inclusa nel quadro politico dei Balcani e per coercizione cessò di esistere come stato. La Banovina autonoma di Croazia, costituita nel 1939 con l’accordo dell’opposizione croata e il Governo jugoslavo, durò fino alla distruzione della Jugoslavia nel 1941 da parte dell'Asse. Nonostante il sostegno plebiscitario della popolazione alla coalizione democratico-contadina pro-occidentale, la seconda guerra mondiale in Croazia fu condotta tra due movimenti radicali – quello delle ustasce, sotto la protezione dell'Asse, e dei comunisti (partigiani) dalla parte degli Alleati, entrambi dei quali proclamarono il proprio stato croato. Dal 1945 la Croazia fu uno dei sei stati federali della Jugoslavia comunista del Maresciallo Tito. Il movimento democratico popolare conosciuto come la Primavera croata, che si impegnava per i diritti politici della Croazia nell'ambito della Jugoslavia e nel 1967 si oppose alla forzata fusione della lingua croata con quella serba nel serbo-croato, fu represso dal regime jugoslavo nel 1971.

A seguito delle elezioni democratiche del 1990, la Repubblica di Croazia dichiarò l'indipendenza nel 1991 come la maggior parte degli stati membri della Jugoslavia. Utilizzando l’ex esercito federale e i ribelli locali, nel 1991 la Serbia e il Montenegro attaccarono la Croazia e la Bosnia ed Erzegovina con l'obbiettivo di mantenere le zone conquistate nella Jugoslavia tronca. La guerra finì nel 1995 con la vittoria della Croazia e la liberazione dei territori occupati, mentre i successi simultanei dell'alleanza croato-bosniaca portarono al processo di pace in Bosnia ed Erzegovina. ■

Vanjske poveznice
 Pacta conventa (1102.): Sporazum o izboru Kolomana Arpadovića za kralja Hrvatske (Izvor: Jura Regni Croatiae, Dalmatiae et Slavoniae, dio I., Zagreb, 1862.)

 Cetinska isprava (1. siječnja 1527.): Odluka Sabora o izboru Ferdinanda Habsburškog za kralja Hrvatske (Izvor: Jura Regni Croatiae, Dalmatiae et Slavoniae, dio II., Zagreb, 1862.)

 Pragmatička sankcija (11. ožujka 1712.): Zakonski čl. VII./1712. Sabora o nasljedstvu hrvatske krune za žensku lozu Habsburgovaca (Izvor: Jura Regni Croatiae, Dalmatiae et Slavoniae, dio II., Zagreb, 1862.)

 Odluka o neovisnosti (25. lipnja 1991.): Ustavna odluka Sabora o suverenosti i samostalnosti Republike Hrvatske (Izvor: Narodne novine 31/1991.)

 The situation in the occupied territories of Croatia (9. prosinca 1994.): Rezolucija Opće skupštine Ujedinjenih naroda A/RES/49/43 (Izvor: UN)

 The situation in Bosnia and Herzegovina (8. studenog 1994.): Rezolucija Opće skupštine Ujedinjenih naroda A/RES/49/10 (Izvor: UN)


METODIOS KRATKA POVIJEST HRVATSKE
Naslovnica
Novosti
O nama
Engleska inačica
Hrvatski
• Latinica
• Glagoljica
• Hrvatska ćirilica
• Arabica
• 4 pisma (PDF)
Njemački
Engleski
Francuski
Talijanski



Uvjeti korištenja
Portugalski
Španjolski



Kvalifikacije
Sadržaj ovih stranica ustupljen je na korištenje licencijom Creative Commons Imenovanje-Bez prerada 3.0 Hrvatska.
Tekst
Kratka povijest Hrvatske, na svim jezicima, oslobođen je uvjeta imenovanja. Za potankosti pogledajte Uvjete korištenja.